In materia di stupefacenti e droga, l'articolo 73 del DPR 309/1990, rubricato "Produzione, traffico e detenzione illegale di sostanze stupefacenti o psicotrope", rappresenta uno dei capisaldi della disciplina in materia di contrasto al traffico e all'uso illegale di droghe in Italia.

L'articolo in questione punisce chiunque, senza autorizzazione, compia una serie di condotte illecite relative a:

  • Produzione: Coltivazione, fabbricazione, estrazione, raffinazione di sostanze stupefacenti o psicotrope.
  • Traffico: Importazione, esportazione, transito, distribuzione, vendita, cessione, commercio di tali sostanze.
  • Detenzione illegale: Possesso non autorizzato di sostanze stupefacenti o psicotrope.

Il Testo Unico sugli stupefacenti distingue tra:

  • Sostanze stupefacenti: Droghe che causano dipendenza e gravi danni alla salute.
  • Sostanze psicotrope: Sostanze che alterano le funzioni psichiche.

Entrambe sono classificate in tabelle a seconda del loro grado di pericolosità e potenziale di abuso.

Attualmente, l’art. 13 del Testo Unico in materia di Stupefacenti prevede 5 tabelle che individuano, in modo tassativo, ciò che deve considerarsi “sostanza stupefacente”, periodicamente aggiornate dal Ministero della Sanità;

  1. Tabella delle “droghe pesanti” (es. sostanze oppiacee, foglie di coca e quelle in grado di produrre effetti sul sistema nervoso centrale e di determinare dipendenza psico-fisica nell’assuntore);
  2. Tabella delle “droghe leggere” (es. cannabis e le sostanze per le quali sono stati accertati concreti pericoli di induzione di dipendenza fisica o psichica di intensità e gravità minori di quelli prodotti dalle sostanze elencate nelle tabelle I e III);
  3. Tabella delle sostanze medicinali equiparate, sotto il profilo sanzionatorio, alle “droghe pesanti;
  4. Tabella delle sostanze medicinali equiparate, sotto il profilo sanzionatorio, alle “droghe leggere”;
  5. Tabella dei medicinali;

Quali sono le sanzioni previste in materia di stupefacenti e droga?

Le sanzioni variano a seconda della gravità del reato e della quantità di droga coinvolta. In generale, si applicano:

  • Reclusione da 6 a 20 anni e multa da 25.822 a euro 258.228 per la produzione, il traffico e la detenzione di sostanze stupefacenti di cui alle Tabelle I e III.
  • Reclusione da 2 a 6 anni e multa da 5.164 a 77.468 euro per la produzione, il traffico e la detenzione di sostanze stupefacenti di cui alle Tabelle II e IV.

Circostanze aggravanti

La pena è aumentata se il reato è commesso:

  • In concorso con altre persone.
  • In luoghi pubblici o aperti al pubblico.
  • Nei pressi di scuole, istituti di istruzione o di cura.
  • A danno di minorenni.

Fattispecie di lieve entità

L'articolo 73, comma 5, prevede una diminuzione di pena per i fatti di lieve entità, tenendo conto di:

  • Mezzi, modalità o circostanze dell'azione.
  • Qualità e quantità delle sostanze.

In tali casi, la pena detentiva è ridotta da 6 mesi a 5 anni e la multa da 1.032 a 10.329 euro.

Come si individua la “lieve entità”?

Nel corso degli anni si sono sviluppati diversi filoni interpretativi della nozione di "lieve entità":

  • Criterio quantitativo: La quantità di droga detenuta è un elemento importante per la valutazione della gravità del reato.
  • Criterio qualitativo: La natura della sostanza stupefacente è un altro elemento da considerare. La "lieve entità" è più facilmente configurabile per droghe leggere, come la marijuana, rispetto a droghe pesanti, come l'eroina.
  • Criterio soggettivo: Le circostanze personali del reo possono essere rilevanti. La "lieve entità" è più probabile per un soggetto incensurato e che non abbia precedenti di tossicodipendenza.

La Cassazione ha chiarito che la valutazione deve essere condotta caso per caso, dando una lettura congiunta dei criteri sopra menzionati.

Perchè affidarsi ad un avvocato penalista esperto in reati in materia di stupefacenti?

Un avvocato penalista esperto in materia di stupefacenti può essere di grande aiuto se una persona è indagata per un reato in questo ambito, anche alla luce della gravità delle pene che il Legislatore ha previsto per il caso di condanna.

Un avvocato penalista esperto potrà assisterti sia nella fase delle indagini preliminari e, se necessario, anche in quella processuale.

Come?

  • Competenza specifica: un avvocato esperto in questo campo ha una conoscenza approfondita delle leggi e della giurisprudenza in materia di stupefacenti.
  • Esperienza pratica: ha esperienza nel gestire casi simili e conosce le strategie difensive più efficaci.
  • Tutela dei diritti: garantisce il rispetto dei diritti dell'indagato/imputato in tutte le fasi del procedimento penale.
  • Massima riservatezza: assicura la riservatezza di tutte le informazioni relative al caso.

Inoltre, un avvocato penalista esperto in reati in materia di stupefacenti potrà garantirti:

  • Analisi del caso: L'avvocato esamina gli atti dell'indagine per comprendere la gravità del reato contestato e le prove a carico dell'indagato.
  • Consulenza legale: fornisce all'indagato informazioni precise sulle leggi in materia di stupefacenti e sulle possibili conseguenze del reato contestato.
  • Strategia difensiva: elabora una strategia difensiva personalizzata in base alle specificità del caso.
  • Assistenza continuativa: assiste l'indagato durante tutta la fase delle indagini preliminari, garantendo il rispetto dei suoi diritti e tutelando la sua posizione.
  • Difesa in udienza: rappresenta l'imputato in tutte le fasi del processo, dal dibattimento alla sentenza.
  • Esame dei testimoni: controesamina i testimoni dell'accusa e presenta testimoni a favore dell'imputato.
  • Discussione finale: presenta le sue conclusioni al giudice, evidenziando gli elementi a favore dell'imputato e chiedendo l'assoluzione o la riduzione della pena.

In caso di indagine per un reato in materia di stupefacenti, è fondamentale affidarsi a un avvocato penalista esperto in questo campo per ottenere la migliore difesa possibile.

Contattaci per una preanalisi gratuita del tuo caso:

Se hai bisogno di assistenza legale per reati in materia di stupefacenti, contatta l’avvocato Alessio Pergola penalista a Torino e richiedi una preanalisi gratuita del tuo caso.